Ehi Giò


Ottobre - 16 - 2018 | Fondazione Maggio Musicale Fiorentino


Salvatore Grigoli per l'opera sperimentale Ehi Gio al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Il Baritono Salvatore Grigoli si cimenta nell’opera  Salvatore Grigoli per l'opera sperimentale Ehi Gio al Teatro del Maggio Musicale Fiorentinosperimentale “Ehi Giò” nata dall’idea di mettere in scena il lato umano di Gioacchino Rossini, un uomo fragile ma forte allo stesso tempo.

Con Giuliano Compagno che ha scritto il libretto dell’opera, il compositore Vittorio Montalti, ha immaginato il grande Rossini negli ultimi anni della sua vita, visitato dai suoi ricordi e dalle figure fondamentali della sua vita.

La scena, uno studio di registrazione degli anni 70, vede un Rossini Salvatore Grigoli per l'opera sperimentale Ehi Gio al Teatro del Maggio Musicale Fiorentinoche ripercorre in ordine non cronologico i fatti della sua vita tra le apparizioni di un critico d’arte, il baritono Salvatore Grigoli, del padre, il tenore Gregory Bonfanti e la madre, il soprano Ljuba Bergamelli.

I tre cantanti-operai che sono tutto e nulla dei trascorsi di vita rossiniana, e che solo toccando gli oggetti stipati Salvatore Grigoli per l'opera sperimentale Ehi Gio al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in un piccolo e buio sottoscala diventano personaggi a loro volta, sul boccascena, eseguono una sorta di fuga di rara fattura e bravura tecnica.

La musica di Ehi Gio' non si distacca dai conosciuti stilemi compositivi che si sono susseguiti dopo la rivoluzione dodecafonica: atonalità, cellule melodiche, eclettismo, contaminazioni elettroniche, un pizzico di minimalismo.


Direttore
Marco Angius
Regia
Francesco Saponaro
Scene e costumi
Chiara Aversano
Coreografie
Susanna Sastro

Voce recitante
Tony Laudadio
Performer
Ludovico Fededegni
Tenore
Gregory Bonfatti
Soprano
Ljuba Bergamelli
Baritono
Salvatore Grigoli
Regia del suono
Tempo Reale / Damiano Meacci

Fonte 1-2